Sabato, 16 Settembre 2017
Gazzetta di Modena

Campo di papaveri, storie di Resistenza

Campo di papaveri, storie di Resistenza
Presentato in sala Biasin il romanzo “Il campo di papaveri” di Geraldina Gottardi, iniziativa patrocinata dal Comune e con la collaborazione dell’associazione nazionale partigiani d’Italia con la presenza in sala della sua presidente, la professoressa Maria Antonia Bertoni. Sala gremita di gente per il dialogo tra l’autrice e la professoressa Fernanda Bernardoni, sua docente nella scuola media Ruini. Sono state lette alcune pagine del romanzo, ma ci sono stati anche momenti di musica e di riflessione sulla storia della vita della scrittrice. Gottardi ha origini sassolesi, in particolare della frazione di San Michele: «Il libro presenta un alone non solo storico ma soprattutto ben visibile di legami affettivi, dedicato a mia madre, scomparsa qualche anno fa. L’ho voluto e scritto perché l’idea di questo romanzo era sua. Aveva voglia di raccontare la storia di suo padre (ovvero mio nonno), e alla fine ho intrecciato la vita travagliata e le gesta sia di mio nonno materno che di mio zio paterno». Facile evincere come il libro sia tratto da una storia veramente vissuta, non solo passata ma anche presente; non solo parla di guerra e Resistenza, ma anche di famiglia e di quotidianità, del ruolo e della vita delle donne in quel tempo. La lettura del romanzo è scorrevole e soprattutto vi è una caratterizzazione dei personaggi che prendono vita e si intrecciano con i documenti storici. La serata ha visto la partecipazione di un pubblico numeroso.
Seguimi

Sito realizzato da Damster multimediawww.videomodena.it